WEEKEND SABATO 23 E DOMENICA 24 MAGGIO: RIAPRONO 6 CASTELLI DEL DUCATO

22 Maggio 2020

Vi aspettano questo fine settimana: Rocca d'Olgisio in Val Tidone in Appennino, il Castello di Montechiarugolo regno della magica Fata Bema, il Castello Malaspina di Bobbio, il Mastio e Borgo fortificato di Vigoleno, il Castello di Rivalta in Val Trebbia, dove abitano i Conti Zanardi Landi, il Labirinto della Masone a Fontanellato, il Castello di Torrechiara.
www.castellidelducato.it - info@castellidelducato.it

Da 2 persone ad un massimo di 25, con nel mezzo ingressi contingentati da 8, 10, 12 visitatori per volta: sono questi i numeri di accesso – diversi da castello in castello, in base a metrature delle sale e spazi (motivo per cui è fondamentale prenotare o chiedere informazioni a info@castellidelducato.it) – previsti per offrire ai turisti la migliore accoglienza possibile, in sicurezza, durante i percorsi accompagnati. Riaprono nel fine settimana di sabato 23 e domenica 24 maggio dopo oltre 75 giorni di lockdown, ben 6 meraviglie del circuito Castelli del Ducato con un grande sforzo organizzativo, di formazione del personale in servizio, di rimodulazione dei percorsi, aprendo in tutti i casi giardini e parchi in fiore che si potranno così vedere in tutta tranquillità nel percorso. Quali sono i primi 6 pionieri? Il Castello di Montechiarugolo con i suoi grandi giardini in fiore, il Castello Malaspina di Bobbio in Val Trebbia nel borgo eletto nel 2019 "Borgo dei borghi" d'Italia, Rocca d'Olgisio in Val Tidone da cui si gode una vista spettacolare, la Fortezza di Bardi tra Val Ceno e Val Noveglia, il Castello di Rivalta in Val Trebbia dove dimorano i Conti Zanardi Landi, il Mastio e Borgo Fortificato di Vigoleno, Bandiera Arancione del Tci, il Labirinto della Masone a Fontanellato nel cuore della Food Valley ed il Castello di Torrechiara. Propongono visite guidate che diventano, di fatto, esperienze autentiche in luoghi di grande bellezza, fortezze e dimore storiche immerse nella natura o in suggestivi caratteristici borghi storici! Tutti i manieri puntano parecchio sui giardini storici che li circondano dedicando ad essi attenzione particolare durante le visite accompagnate.

Ringraziamo i visitatori che sceglieranno destinazione Castelli del Ducato nelle prossime settimane perchè, così facendo, ci aiutano a mantenere in vita i posti di lavoro delle guide e del personale che ruota attorno ad ogni maniero nella nostra rete turistica. E' evidente la grande sfida che i proprietari privati e pubblici si trovano ad affrontare d'ora in avanti: castelli dove ogni domenica entravano magari 500 persone, adesso con ingressi contingentati, avranno numeri di accesso molto differenti ed una ben diversa sostenibilità economica del bene culturale, con gestioni dai costi elevatissimi, ma proprio per questo vanno ringraziati doppiamente coloro che coraggiosamente riaprono, seppur con tutti gli oneri a carico. Questa è l'Italia che si rimbocca le maniche e ci mette impegno, volontà, cuore e coraggio. Questa è l'Emilia-Romagna che siamo abituati a conoscere e che reagisce. Abbiamo tutti desiderio di accogliere i visitatori a cui va il primo ringraziamento! Verrà poi il tempo anche di ragionare con le istituzioni per reperire risorse e strumenti utili al sostegno e al rilancio del circuito e dell'Associazione Castelli del Ducato” spiega il Vice Presidente del Circuito Castelli del Ducato Francesco Trivelloni con lo staff del circuito Maurizio Pavesi, Francesca Maffini e Antonella Fava.

Tra le novità che si sono aggiunte, invece, per le riaperture il 30 e 31 maggio ed il 1-2 giugno spiccano: la Rocca Meli Lupi di Soragna dove dimora il Principe Diofebo Meli Lupi che in via eccezionale rende visitabile il parco-giardino attorno al maniero; il Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino che aprirà eccezionalmente il suo grande giardino affacciato sul paesaggio, il loggiato seicentesco con le finestre che si aprono come quinte sceniche sul paesaggio in fuga prospettica, lo scalone quattrocentesco dei cavalli e il giardino segreto. Il Castello si erge sul Parco regionale dello Stirone e del Piacenziano, un'area naturale protetta della Regione Emilia-Romagna. La Rocca Viscontea di Castell'Arquato a cui arrivi – nel borgo medievale - attraversando colline morbide punteggiate dai vigneti d’uve bianche e rosse, tra campi coltivati. Già da lontano avvisti le magnifiche torri. Sovrasta l'intero complesso il mastio di 42 metri d’altezza. Il Castello di Gropparello con il Ristorante Taverna Medievale. Per giornate in relax nel verde della natura, in una magica dimensione come fuori dal tempo. Il maniero è immerso nella verdissima Val Vezzeno, sopra uno sperone di serpentino verde, a picco sul torrente. Riapre anche la Taverna Medievale,con il suo splendido giardino delle rose. Lo chef vi offre piatti tipici della tradizione locale e piatti gourmet abbinati ai vini Dop dei colli piacentini. Dal 1 giugno La Rocca Sanvitale di Sala Baganza, in provincia di Parma, è arricchita da un grande giardino settecentescocintato da mura dell’epoca. Conserva al suo interno preziosi affreschi e stucchi, scenografie dove donne di cuori, cultura e congiure filarono destini e trame. Il Castello di Tabiano nel suggestivo borgo con i suoi giardini e terrazze fiorite, lo scalone d’onore e gli spazi verdi è un luogo di relax di grande bellezza. E' raggiungibile attraverso un bellissimo viale alberato è uno dei più importanti monumenti di difesa dell’epoca feudale nell’Alta Emilia. Bisogna aspettare il 6 giugno per rivedere la Rocca Sanvitale di Fontanellato: incantevole, al centro del borgo, la Rocca è ancora circondata da ampio fossato colmo d'acqua: racchiude uno dei capolavori del Manierismo italiano, l'Affresco dipinto dal Parmigianino nel 1524 con il mito di Diana e Atteone

I visitatori sono i benvenuti: sono loro l'altra metà dei Castelli del Ducato. Ricominciamo insieme con rispetto delle persone, delle regole e dei luoghi, responsabilità per le azioni e un nuovo ritmo slow! Le visite del pubblico saranno gestite attraverso nuove misure organizzative di accoglienza, in linea con gli indirizzi governativi della Fase 2 nei luoghi della cultura”.

- obbligo di mantenere la distanza di sicurezza interpersonale;
- obbligo di indossare la mascherina per tutta la durata della visita;
- ingressi contingentati;
- saranno esposti cartelli informativi e segnaletica per il rispetto delle norme di sicurezza;
- dotazione di gel igienizzanti a disposizione dei visitatori;
- ambienti costantemente puliti e servizi igienici sanificati;
- in alcuni luoghi è prevista la misurazione della temperatura corporea all'ingresso;
- in alcune biglietterie sono allestiti dispositivi trasparenti, parafiato e antibatterici;
- attenzione, informarsi prima di partire: molti castelli hanno introdotto la prenotazione obbligatoria; alcuni hanno attivato solo la biglietteria on line su piattaforme dedicate; in altri non c'è obbligo di prenotazione ma è comunque gradita e molto consigliata.

Per prenotare giorni, orari di visita e prendere visione delle modalità di accesso i turisti possono scrivere a info@castellidelducato.it oppure consultare il website www.castellidelducato.it in quanto si entra nei castelli pochi per volta, nel rispetto di tutte le normative del DPCM e Ordinanze Regionali, per proteggere la sicurezza dei visitatori e quella del personale e delle guide in servizio.

Da segnare in agenda e iniziare a programmare:

NEL DETTAGLIO 23/24 MAGGIO

Riapre sabato 23 maggio il magnifico Castello di Montechiarugolo in provincia di Parma! Le visite sono guidate, con cadenza oraria per un massimo di 20 persone. ll percorso si svolge privilegiando le soste all'aperto nel giardino in fiore per favorire le spiegazioni en plein air e mantenendo una continua aerazione degli spazi chiusi. Oltre alle sale di rappresentanza e al consueto itinerario di visita saranno visitabili anche i camminamenti di ronda. Per accedere è obbligatorio l'uso della mascherina e mantenere una distanza di sicurezza. Orari validi fino a fine giugno: sabato pomeriggio dalle 15 alle 18;domenica e festivi dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18. Segnaliamo che resta chiusa al pubblico la sala detta "Camera Antica " in quanto è in corso il restauro degli affreschi: la riapertura è prevista per metà giugno circa. E siamo certi sarete in tantissimi a venire a visitarla! info@castellidelducato.it

Il magnifico Castello di Rivalta in Val Trebbia sul tranquillo fiume, maniero dove ancora dimorano i Conti Zanardi Landi. Prevede misurazione della temperatura all'ingresso del maniero. Visite guidate. Obbligo di mascherina. Quando andare? Dal Lunedì al Venerdì solo su prenotazione.
Sabato visite dalle ore 11.00 alle ore 18.00* (*inizio ultima visita guidata); Domenica visite dalle 10:30 alle 12.00* e dalle ore 14.00 alle ore 18.00*(*inizio ultima visita guidata). Nel weekend è gradita la prenotazione. E' possibile prepagamento a mezzo bonifico bancario. info@castellidelducato.it

La Fortezza di Bardi, castello spettacolare in Appennino: nelle giornate d'estate si gode una vista magnifica dal maniero arroccato da più di mille anni sopra uno sperone di diaspro rosso. Percorrerete i camminamenti di ronda, attraverserete il cortile d’onore, la piazza d'armi. Vi parleranno invece della vita quotidiana di un tempo lontano il pozzo, la ghiacciaia, i granai, il forno. Obbligo di mascherina. info@castellidelducato.it

La bella Rocca d'Olgisio in Val Tidone sull'Appennino. Visite guidate. Obbligo di mascherina. E' uno straordinario Castello in Appennino a circa 35 chilometri da Piacenza con vista panoramica mozzafiato abbarbicato a 570 metri d’altitudine. Da qui, nelle giornate più terse potrete vedere il Monte Rosa o scorgere addirittura i primi grattacieli di Milano! Incastonata nella roccia, a presidio delle valli dei torrenti Tidone e Chiarone, Rocca d'Olgisio è una delle piu antiche e suggestive rocche piacentine, cinta da ben sei ordini di mura. Il giardino ospita misteriose grotte naturali, un tripudio di orchidee e rare amarillidi gialle visibili anche sulle colline di Pianello Valtidone, nell’alta Val Chiarone. La Rocca è visitabile tra giardini, interni e cantine. Interessante la sala delle armi. Ospita varie tipologie di palle da catapulta in sasso e palle da cannone in ferro tutte recuperate nei boschi, mute testimoni delle antiche battaglie combattute. Giorni e orari di visita, sabato e prefestivi visite ore 15 e 16; domenica e festivi9.30/11.30*-14.30/17.45* (* inizio ultima visita) info@castellidelducato.it

Il Castello Malaspina dal Verme di Bobbio riapre da sabato 23 maggio e ancora per week-end 30 - 31 maggio, sabato e domenica con orario 10.30 - 12.30 e 15.30 – 18.30.  La struttura fortificata, costituita da più corpi di fabbrica racchiusi entro la cinta muraria interna in pietra, si trovo in un borgo antico di straordinaria bellezza. Al fortilizio si accede da due ingressi, entrambi posti a nord. info@castellidelducato.it

Nel circuito dei Castelli del Ducato riapre da sabato 23 maggio anche il Mastio nel Borgo fortificato di Vigoleno sulle bellissime colline piacentine. Accessibile solo il sabato, domenica ed i festivi, merita la salita a mole del mastio quadrangolare dotato di feritoie, beccatelli e merli ghibellini, con quattro piani di visita. In alto si gode una vista spettacolare sulla male circostante. per ora rimane sospesa l'apertura pomeridiana dal lunedì al venerdì. L’orario di apertura rimane quello normalmente previsto per questo periodo. Nel rispetto della normativa vigente, gli ingressi saranno contingentati. Potranno entrare al massimo 25 visitatori per volta che dovranno indossare la mascherina, igienizzare le mani all’ingresso e mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro. Il personale potrà misurare la temperatura corporea all’ingresso.
Per il percorso 2 (visita mastio + guidata al piano nobile): la visita al piano nobile si svolge con massimo 12/13 persone
Per il percorso 3 (visita guidate mastio-borgo-piano nobile) i gruppi saranno di massimo 25 persone, per il piano nobile il gruppo verrà diviso ed entreranno massimo 12/13 persone per volta.
Le visite guidate non possono essere prenotate.
info@castellidelducato.it

Il Labirinto della Masone di Franco Maria Ricci a Fontanellato. Possono entrare in numero massimo 10 persone ogni 15 minuti, garantendo il pieno rispetto delle misure di sicurezza. Possibilità di visitare anche gli spazi interni della collezione d'arte FMR. Visite guidate. Obbligo di mascherina.
info@castellidelducato.it

Riapre domenica 24 maggio il Castello di Torrechiara di proprietà dello Stato e adotta un percorso di visita obbligato secondo indicazioni del personale di vigilanza e regole chiare: vietato l’accesso a persone con sintomi influenzali; obbligo di mascherina e distanziamento almeno 1 metro; evitare assembramenti e non toccare oggetti/superfici; accesso ogni 30’ a partire dall’orario di apertura; presenza massima per ogni accesso di 50 persone.
No gruppi – No visite guidate. Da martedì a sabato: 10:00 -19:00; Domenica e festivi: 13:00 - 19:00. Lunedì: CHIUSO. Ultimo ingresso e chiusura biglietteria 30’ prima degli orari indicati.

Per approfondimenti, orari, modalità di accesso e prenotazione (se obbligatoria o no, se telefonica o on line) e aggiornamenti vari trovate tutto su |> www.castellidelducato.it

#CustodiDiStoria #CustodiDiVita
#turismoculturaleitaliano

 

Le presenti comunicazioni sono autorizzate dai Soci del Circuito Castelli del Ducato in base alle informazioni fatte pervenire dagli stessi ad Associazione Castelli del Ducato. Si declina ogni responsabilità in caso di cambiamenti work in progress. Per aggiornamenti costanti www.castellidelducato.it

Vieni a trovarci

Castello di Montechiarugolo

Comune di Montechiarugolo, 16 km da Parma
piazza mazzini, 1, 43022 montechiarugolo (pr)


TELEFONO: +39 0521.686643/681977
FAX: 0521.238763
E-MAIL: biancamarch@tin.it

WEB: www.castellodimontechiarugolo.it